ECOMONDO CI PORTA IN SENEGAL
27/11/2017

Si è da poco conclusa a Rimini l’edizione 2017 della fiera green Ecomondo. Anche quest’anno la nostra azienda ha deciso di partecipare per entrare in contatto con il settore, scoprendo le novità e stringendo nuove collaborazioni.

Quattro giornate di esposizione che sono state segnate dalle parole innovazione e circular economy temi molto cari alla B&G che ha colto l'opportunità di una fiera così importante a livello internazionale per portare alla luce un progetto che ormai era da mesi in cantiere, la nascita di una collaborazione diretta con il Senegal e le realtà che lo circondano.

L’occasione è nata da una visita diretta di parte del nostro staff nel paese africano, abbiamo avuto infatti l’onore di essere accolti dalle autorità locali delle città di Dakar, Bargny, Rufisque, Mbour, Pikine e Sandiara, di un incontro con alcuni membri del Ministero della Salute del luogo e del responsabile della smaltimento dei rifiuti della capitale senegalese.

Gli incontri hanno messo subito in evidenza il bisogno del paese di organizzare una rete di gestione dei rifiuti, urbani e non, efficiente che si adatti alla situazione territoriale e culturale. La nostra azienda ha perciò deciso di investire tempo e risorse per appoggiare gli sforzi dei diversi comuni e con essi studiare e ricercare la migliore soluzione.

Quale migliore opportunità di una fiera come Ecomondo? Tanti espositori e tante idee per affrontare insieme il lungo percorso che il Senegal ha deciso di intraprendere verso una società più green. Abbiamo così deciso di invitare ufficialmente e ospitare il Sindaco di Djilor, Lansana Sano in rappresentanza sia della sua città che dell’Association de Maires du Sénégall (AMS), associazione dei sindaci del Senegal.

Insieme si sono affrontati i temi dei rifiuti e della loro gestione ma non solo. La B&G ha deciso di impegnarsi con il territorio senegalese e di diventare un ponte tra il Paese e le aziende italiane che sono interessate a collaborare nei diversi settori di necessità per una zona del mondo che si sta ora affacciando verso lo sviluppo e la modernizzazione.

Nelle settimane che verranno continueremo a raccontarvi questa nuova avventura commerciale e sociale...